«Tutti dicono che la vita sia difficile, ma io mi sto divertendo un mondo»

Il Sogno di Irene e il Progetto Artemide.

Irene Bertello. Il sogno di un brand moda tutto suo
Irene Bertello. Organizzazione a sostegno dei giovani in memoria

Chi è Irene?

Chi è Irene? Se chiediamo a Ezio, Irene è la vita che batte nel suo cuore di papà e che ha riempito di sentimenti meravigliosi. Per mamma Marisa, Irene era la sua anima gemella, un rapporto di simbiosi fatto di amore e tante risate. Se chiediamo alle sue amiche la descrivono come una ragazza determinata, capace di mettere in condivisione tutti i suoi mondi.

Irene nasce il 3 novembre 1995 a Torino, città che amava e nella quale ha vissuto e studiato, si è diplomata al liceo scientifico e successivamente ha conseguito la laurea magistrale con 110 e lode presso l'Università degli studi di Torino in Economia, con specializzazione in Marketing. Un posto speciale nel suo cuore aveva un paesino nelle montagne piemontesi, Montoso, dove passava le estati fin da bambina.

Quando arriva la passione per la moda?
Tra mille disegni, schizzi di vestiti e lezioni di cucito con i sapienti consigli della nonna, Irene già tra i banchi del liceo, muoveva i primi passi in quel mondo che tanto la affascinava e che da passione è diventato un lavoro.
Per quanto i percorsi e le scelte della vita possano portarci in direzioni diverse, se abbiamo un sogno e ci crediamo davvero, lui troverà il modo di raggiungerci. È così è stato, dopo diversi anni che Irene lavorava nel settore della moda, stava nascendo in lei l’esigenza di iniziare a camminare da sola e creare un brand tutto suo. Per questo all'inizio di marzo 2021 apre una pagina su Instagram che portava il nome della dea greca "Artemide" e come immagine del profilo una grande luna piena, elegante e austera, ma allo stesso tempo perfetta ed affascinante.
 

Irene Bertello, una giovane per i giovani

Cos è Artemide

ll progetto Artemide nasce poco dopo la scomparsa di Irene, per volontà di mamma Marisa e di papà Ezio, a cui si uniscono tutti gli amici più stretti.

Il progetto si basa sul concetto di passato, presente e futuro.

Il passato, lo collochiamo idealmente nel quartiere in cui è cresciuta, ed è rappresentato dalla Parrocchia Patrocinio San Giuseppe, e dal suo Oratorio, in cui Irene è stata animatrice e formatrice per molti anni, a partire dall’adolescenza.

Qui, grazie al ricavato dalle prime donazioni, è stato realizzato il Giardino Artemide, attraverso un sapiente recupero di un’area dismessa all’interno del complesso parrocchiale.​

Il presente è rappresentato dal grande sogno di Irene: creare una linea di magliette e dar vita a un brand tutto suo.
La realizzazione della prima capsule collection a novembre 2021 è l'inizio di un lungo viaggio che porterà Artemide a rendere realtà il sogno che Irene non ha avuto il tempo di realizzare, continuando a farla vivere attraverso il suo più grande progetto, e contemporaneamente a farla conoscere a chi non ha avuto la fortuna di incontrarla.

Il fine ultimo, l'obiettivo che ci siamo proposti di raggiungere, è dar vita con i ricavati raccolti a corsi specialistici nell'ambito della moda, ad esempio per l'uso di programmi di design molto richiesti dal settore. Il sogno più ambizioso sarebbe quello di riuscire a finanziare i giovani talenti nei loro percorsi universitari tramite borse di studio che permettano di sostenere integralmente le spese dei percorsi di studi nell'ambito moda.
Da qui il futuro: i giovani, i loro sogni e l’importanza della formazione per poterli realizzare. Come un cerchio che si chiude, un ciclo lunare, in continuo movimento.

Irene Bertello. I genitori creano un'associazione no profit a sostegno dei giovani laureti nel settore moda in sua memoria